Dove comincia l'Appennino

Chi fa questo sito


Questo sito è costruito e sviluppato, nel loro tempo libero, da persone legate e appassionate al territorio delle Quattro Province. Sono benvenute idee, suggerimenti, precisazioni e proposte di collaborazione da parte di chiunque: per contattarci basta scriverci un messaggio a redazione@appennino4p.it

Riportiamo volentieri notizie su persone, gruppi ed enti attivi sul territorio, senza i quali d'altronde la tradizione non esisterebbe, cercando di farlo con rispetto ed equilibrio nei limiti delle notizie che ci pervengono su ciascuno. Non ci proponiamo però di essere il sito di alcun artista o associazione in particolare, considerandoci piuttosto una testata indipendente, come una rivista specializzata.

La grafica e l'impostazione tecnica delle pagine sono volutamente semplici: sia per riflettere la concretezza della cultura di cui si parla, con la quale stonerebbero effetti speciali sofisticati; sia per garantire la fruibilità anche attraverso collegamenti e calcolatori poco potenti o interfacce non convenzionali, come indicato dalle linee guida WAI per l'accessibilità dei siti web. I contenuti sono organizzati con un sistema detto a faccette libere descritto in un articolo su "Trovabile". Dello sviluppo presente e futuro del sito abbiamo ragionato anche in occasione del suo decennale.


Molti dei contenuti, in particolare relativi alla cultura tradizionale, sono redatti da Paolo Ferrari "Magà". Paolo è un antico saggio sotto mentite spoglie, che ha girato il mondo ma per qualche ragione è convinto che il suo centro si trovi a Cosola. Ha un'ampia conoscenza di riti e tradizioni antiche, alle quali sa propriamente ricondurre quelle feste e quei balli che a noialtri sembrano soltanto ingenui divertimenti paesani.

L'organizzazione e la manutenzione tecnica del sito si devono all'acribia notarile di Claudio Gnoli "u Scritur", il cui passatempo preferito è vagabondare per le Quattro Province sia a piedi che in auto. A forza di girare, Claudio ha conosciuto parecchi posti e parecchie persone interessanti nascosti nelle valli fra Trebbia e Scrivia, e non gli dispiace raccontarvene qualcuno: ma per farlo proprio contento e meritarvi di conoscere tutti i segreti dovreste venire nelle Quattro Province di persona...


Fabio Paveto ha assorbito dal suo paese, Daglio, una forte passione per la musica tradizionale delle Quattro Province: si interessa specialmente dei suonatori del passato, ed è suonatore lui stesso sia di piffero che di fisarmonica. Potrebbe anche passare ore, se proprio ci tenete, a snocciolarvi i dati anagrafici delle personalità storiche delle Quattro Province o a suggerirvi inaspettate stradine per arrivare da una valle all'altra in meno chilometri...

Il nostro quarto moschettiere, Claudio Cacco d'Muntöggiu, chiedeva pazientemente da anni agli anziani della sua alta valle Scrivia se ricordavano un certo strumento di legno. Ma un giorno la sua passione fu premiata: qualcuno si illuminò esclamando «ah, ma te dixi u pinfu!» e da una soffitta ne saltò fuori uno antichissimo... Sua moglie Ilaria Demori intanto osserva con sensibilità i ballerini anziani dei paesi e poi ci insegna a muovere i primi passi "a saltini" — interrotta qualche volta da Francesco, altrimenti assorbito dall'imitazione di ballerini e suonatori...

Con suo padre e molti compagni cantori attraverso tutto l'Oltrepò pavese, fino a Romagnese e a Bogli, Paolo Rolandi sa cogliere, documentare e soprattutto far continuare a vivere un vasto patrimonio di voci: mentre insegna musica a Voghera non dimentica le radici montane delle nostre precedenti generazioni.


Redazione video

canale You Tube Il nostro canale video su You Tube è alimentato dalle immagini raccolte, scelte e montate da Véronique Blot, Silvano Bozzini, Paolo Ferrari, Claudio Gnoli, Alberto Gremmi, Franco Pantrani, Paolo Rolandi con la collaborazione degli altri redattori.

Nelle Quattro Province generalmente il piacere di condividere un'esperienza prevale sulla formalità delle norme per la riservatezza. Da parte nostra cerchiamo di documentare questa realtà culturale in modi rispettosi e non invadenti. Se tuttavia non aveste piacere a comparire in qualche documento da noi pubblicato, avvisateci e provvederemo subito.



Collaboratori principali


Adriano Angiati, detto Mister X quando porta gli occhiali scuri, è l'imprescindibile public relation man col quale dovete parlare se sperate di combinare qualsiasi cosa fra le Capanne e Vignole, ma anche un profondo conoscitore di queste terre fin dall'infanzia. Senza il suo entusiasmo contagioso ci domanderemmo molto più spesso il senso di ciò per cui ci stiamo adoperando...

Per dare alla val Tidone il posto che le spetta è arrivata da Crociglia di Zavattarello Michela Ballerini, convinta promotrice della raccolta di testimonianze sul territorio e della collaborazione costruttiva fra i cultori dell'etnografia appenninica.


Noto come il signor Baghet, cioè il riscopritore e rilanciatore della cornamusa bergamasca, Valter Biella si interessa anche degli strumenti ad ancia delle altre parti dell'Italia settentrionale, compresi muse e pifferi antichi che collabora a documentare con metodi sperimentali. Di solito però è impegnato a scalare in bicicletta qualche passo alpino proprio mentre gli altri brindano alla sua scienza in qualche osteria appenninica...

Lui l'aveva chiamata poeticamente "un isola tra i monti", nel primo dei bei libri fotografico-storici che va pubblicando da una ventina d'anni, e altro non erano che le nostre Quattro Province... Era quindi inevitabile che prima o poi con Fabrizio Capecchi ci incontrassimo. E subito ci ha regalato la foto per la homepage e alcuni testi importanti.

L'arrivo, in occasione del Decennale del sito, dell'insegnante monlealese di origini altoborberine Mariarosa Fascetto ci apporta la giusta attenzione alle forme artistiche, religiose e culturali del territorio e ci stimola a far attenzione ai dettagli delle pagine, nel timore delle sue correzioni con la matita rossa e blu...

Mentre sua moglie si lancia nelle danze, Alberto Gremmi rimane flemmatico come il cane Droopy a concentrarsi sulle apparecchiature di ripresa video, di cui condivide generosamente i prodotti, con la stessa professionalità che ha applicato da pioniere dei distributori automatici.

Come la luna, Riccardo Pagliettini "cavalca i monti" a bordo della sua ineffabile auto, per raggiungere da Chiavari il cuore delle Quattro Province e trascinarvi a ballare superando la vostra timidezza... Ma al di sotto del suo entusiasmo c'è un interesse equilibrato e competente per la musica popolare dalla Lunigiana all'Arizona: ne nascono idee stimolanti e costruttive per lo sviluppo del nostro sito.

All'ultima festa qualcuno vi ha fatto un primissimo piano senza che ve ne rendeste conto? È sicuramente Massimo Sorlino, il nostro mitico fotografo non-ufficiale, che bazzica insidioso fra val Borbera e val Polcevera con l'obiettivo sempre pronto!


Collaboratori storici

Sareste capaci di partire dalle patate di varietà quarantina o da un tetto di lamiera per trarne profonde intuizioni sulla cultura popolare? Seguendo gli interventi e gli scritti di Massimo Angelini, che ha abitato in valle Scrivia e conosce bene tutto l'entroterra genovese, vi sorprenderete a farlo!

Marco Domenichetti, bravissimo pifferaio e musicista di Negruzzo, contribuisce a convogliare le informazioni e la discussione su suoni e anima delle Quattro Province, in particolare curando per un periodo il Forum 4P. È prezioso anche come esperto di tecnologie per la registrazione e riproduzione dei suoni.

«Ma chi gh'é anche 'na fiöra!» esclamò con sorpresa una signora mentre accoglieva in casa i corpulenti cantori del maggio di Tornarezza... In effetti la nostra prima collaboratrice del gentil sesso è stata Cristina Ghirardini, romagnola studiosa di strumenti musicali e della cultura materiale a loro associata.

Non c'è nulla di più naturale, per Giorgia Monfasani, che conciliare il suo orto con la laurea in filosofia, la ricerca sui riti tradizionali della val Tidone con quella sull'educazione alla teatralità... La chiave è continuare ostinatamente e felicemente ad abitare nel nativo alto Oltrepò.

A capo di un'allegra brigata di giovani banditi imperversanti per le valli Boreca e Trebbia, noti come la Società di mutuo soccorso di Belnome, Michele Ravera depreda di tutto: dalle vecchie bocce di legno a un piffero nuovo, che già che c'era si è messo a suonare... Le sue soffiate, anche fuori dall'ancia, sono dunque un presidio fondamentale dello spirito del territorio.

Daniele Scurati non ha bisogno di presentazioni: tutti sanno che è "la fisarmonica del piffero"... Ha assorbito le musiche e lo spirito dei luoghi nei lunghi mesi passati a Cegni, e quasi ogni sera li restituisce sottoforma di potenti suoni che riempiono piazze e balere di mezza Europa. L'idea di realizzare il sito è nata fra lui e Claudio durante un'affollata cena all'osteria di Daglio...

Daniele Vitali è l'esperto linguista del sito: ha conosciuto gli altri cercando su Internet notizie sulle parlate della zona. È bolognese e studia i dialetti dell'Emilia-Romagna e delle regioni confinanti, ma cercando di districare i confini fra piacentino, pavese e ligure si è perso fra le sale dell'albergo di Capanne di Cosola, e da allora è stato dei nostri.




Materiali, informazioni, aiuti e consigli per i contenuti del sito arrivano inoltre da:

Lucia Agnelli (Costiere di Coli), † Luigi Agnelli "il Rosso" (Costiere di Coli), Nando Agnelli (Ciregna), † Fiorentino Agosti "a Surnia" (Gregassi), Giulia Agosti (Gregassi), Violetta Albera (Pozzol Groppo), Rina Albertazzi (Cegni), Maria Carla Albertelli, Erminio Alborghetti (Perino), Emilio Angiolini (Musigliano), Gianfranco Antoniali (Minceto), † Nunzia Aragone "Ciadin" (Daglio), Keiko Asaki, Maria Luisa Asborno (Daglio), "Association pour le développement de l'occitan: ADOC" di Lozère, Danielle de Baat (Bargo), Davide Baglietto, Antonio Balestrasse "Ninin" (Alpe di Gorreto), Mauro Balma, † Maria Barattino "Röi" (Casalbusone), Caterina Barazia, Claudio Barbieri (Tornarezza), † Francesco Barbieri "Checco" (Voghera), Angela Giuliana Barbieri "Giulia" (Pietra Natale), Italo Barbieri (Àlbora), Rosanna Barbieri (Fascia), Romana Barbui, Maria Chiara Basadonne (Ronco Scrivia), Delia Bava (Piancereto), Davide Bazzini "Davidino" (Lupi di Ozzola), Patrizia Bedini (Nivione), Federico Bellinvia, Francesco Bellomo "Ciccio" (Varzi), Andrea Bergonzi (Pédina Valtolla), Natalina Bernini (Gremiasco), Letizia Bertorelli "Renza" (Collegio), Valter Biella, Fulvio Bisi, Véronique Blot, Piero Bona (Pentema), Gianluca Bonazzi, Antonio Bonelli (Celletta), Carla Bonelli (Celletta), † Claude Bonnafous, Adriana Boselli (Perino), Alessia Bottaccio (Voghera), Danilo Bottiroli (Tortona), Enrico Bozzini (Connio di Carrega), Valentina Bozzini (Connio di Carrega), Michele Brassesco "Ino" (Carsi), Gianfranco Brignoli "Barbetta" (Livelli), † Mario Brignoli "Mastcin" (Negruzzo), Antonio Bruni "Neri" (Volpedo), Claudia Bruni (Volpedo), Francesca Bruni (Volpedo), Giacomo Bruni "Arturo" (Perduco), Giuseppe Bruni "Pippo" (Volpedo), Marco Bruzza "Gyp" (Casteggio), Sergio Bruzzi (Groppallo), Ivo Burrone (Cosola), † Pietro Burrone (Negruzzo), Arturo Buscone (Corbesassi), Federico Buscone (Corbesassi), Orlando Callegari (San Sebastiano C), † † Teresa Caminata (Propata), Dominique Camino, Cesare Campanini "Cisdra" (Pej), Andrea Capezzuoli, Giovanni Caprile "Giuan" (Uscio), Tamara Carano (Cabella L), Pier Carlo Cardinali, Danilo Carniglia (Cantalupo L), Giancarlo Carraro, Carla Casagrande (Cicagna), Mauro Casale (Torriglia), Fabrizio Casazza (Alpe di Gorreto, Barchi), Raffaello Cassetta, Alessandro Castagnetti (Romagnese), Ettore Cau (Volpedo), Gianluca Cavanna (Casanova Staffora), Lorenza Cavanna (Gremiasco), "Centro di Documentazione etnografica" di Santa Margherita Staffora, "Centro etnografico provinciale" di Piacenza, Silvia Chiappano (Caldirola), Damiano Chiapparoli (Pieve di Montarsolo), Erminio Chiapparoli (Montarsolo), Enrica Chierico (Barchi, Pizzonero), Rodolfo Chierico (Barchi, Pizzonero), Aurelio Citelli, Luigi Cogo (Cantalupo L), Luciana Cotet (Volpedo), Lorenzo Corino, Massimo Corradi, Paola Correa, Rosanna Costa (Bognassi), Adelaide Cresci (Figino), Enrica Cresta, Maria Rosa Croce (Volpedo), † Romano Crosetti (Vegni), Sergio Crosetti (Carrega L), † Maria Caterina Daglia (Fego), Renzo Daglio (Dernice), Fiorenzo Debattisti (Varzi), Paolo De Lorenzi, Silvia Dellepiane (San Colombano Certenoli), Cristina Delucchi (Gremiasco), Claudio Dirotti (Nivione), Antonio Di Tomaso (Varzi), Luciano Duca (Montecapraro), Marcella Erini (Zavattarello), Marianne Évezard, Ersilia Fagliano (Fontanachiusa), Mariarosa Fascetto (Monleale), Maria Ferloni, Fabrizio Ferrari (Ca' Nova), Roberto Ferrari "Ferri" (Ca' Nova), Elena Fiscella (Belnome), † Andrea Fittabile "Jotto" (Salogni), Piero Forlino (Brignano Frascata), Silvia Fossa (Scoffera), Rosaria Fragni, † Adelmo Fraguglia "Delmo" (Caprile), † Attilio Fraguglia (Caffarena), † Paolo Franco "Lino" (Ferrazza), Valter Freddo (Casalnoceto), Marco Gallione (Fontanarossa), Riccardo Gandolfi, Emanuela Garampelli (Cignolo), Italo Garbarino (Rocca di Favale), Ortensia Garilli (Mareto), Rita Garilli (Mareto), Adriano Gazzo (Uscio), Angelo Gazzo (Uscio), † Luigi Giacobone "Gerrino" (Montecapraro), Giuliano Grasso, Massimiliano Gresonti "Massy Funghetto" (Fontanachiusa), Franco Grilli (Bobbio), Bruno Grulli, Anna Guaraglia (Artana), Franco Guaraglia (Artana), Teresa Guaraglia (Artana), Giovanni Battista Guerrini "Giggi" (Connio di Carrega), Maurizio Giuli, Franco Guglielmetti (Pradovera), † Marco Guglielmone (Mandirola), Simona Guioli, † Febo Guizzi, Angèle van Hanswijk (Bargo), Valentina Incardona, † Sara Iommi, Licia Lagomarsino (Uscio), Renato Lagomarsino (Calvari), Federico Laurianti, Ettore Losini "Bani" (Degara), † Maddalena Lugano (Volpedo), Arturo Luzzi, Enrico Macchiavello (Borghetto Borbera), Francesco Macciò (Torriglia), Vittorio Magioncalda "Rissu" (Fontanasse), Gianfranco Malaspina (Feligara), Luca Magnani, Giuseppe Mangini "Pippin" (Bavastri), don Enzo Manici (Pej), Stefano Mantovani (Casanova Staffora), Luigi Marenzi (Calghera), Vincenzo Marchelli "Chacho", Silvia Marchese, Luigi Masanta "Vigio" (Casanova Staffora), Laura Massobrio (Giassina), Franco Mela "Frank" (Santa Maria di Bobbio), Claudio Meneghini, Giuliano Merialdo, Giovanni Meriana, Gabriele Merli, Ginetta Mignacco (Mongiardino), Laura Miradoli, Mitsuru Miyashita, Graziella Moglia (Livelli), Ettore Molini (Carsi), Angelo Montefinale (Garbagna), Luigi Montessoro (Carrega L), Rossana Monti, Osvaldo Morgavi "Grizein" (Martinasco), Luciano Mulazzi (Pescina), Eleonora Muselli (Celletta), Francesco Nastasi, Cristiano Nattero, A. Flavio Nebiacolombo (Brignano Frascata), Elena Necchi, Mafalda Negro (Cosola), Nilde Negro (Cosola), Zulema Negro (Cosola), Andrea Nicolini, Tina Olcese (Pannesi), Riccardo Pagliettini, Mario Panizza (Voghera), Laura Parodi "Poppi", Paolo Pastore, Silvano Paterlino (Montacuto), François Pelatan-Corsiglia (Neirone), Adele Pelle (Bruggi), Maria Teresa Pelle (Garadassi), Armano Perini "u Canon" (Castelvetto), Maria Picchioni (Pescina), Fabrizio Pilu, Pietro Porta (Tortona), Juan Pablo Pozo Hernández, † Delmo Prati (Tortona), Livio Raddavero (Piuzzo), Giuseppe Raggi (Poldini), _ Ratti (Corti di Roccaforte), † Ettore Ratto (Dova Superiore), Bruno Ravera (Belnome), Edoardo Razzetti, Simona Re (Tortona), Marco Rebora (Avegno), Margherita Rebuffo (Casalbusone), Marion Reinhard (Bobbio), Giuseppe Renati "Maxea" (Bogli), Maria Vittoria Revelli "Marvi", Jean-Fréderic Reyne "Freddy", Valentina Rigo, Fabio Rinaudo, Federica Riva (Santa Maria della Versa), Attilio Rocca "Tilion" (Tortaro di Ozzola), Patrizia Rodano (Colonne di Cantalupo L), Claudio Rolandi (Menconico), † Luciano Rolandi (Montesegale), Coral Romà, Danilo Rossi (Cicogni), Enrico Maria Rossi, Nicola Rossi (Ferriere val Nure), Roberto Rossi (Valformosa), Sergio Rossi (Montoggio), Gabriele Rossini (Capannette di Pej), Gianni Rovelli (Garbagna), Ivo Ruello, Marco Sala (Pizzonero), Italo Sbarbaro (Sbarbari), Sandro Sbarbaro (Priosa), Carlo Scabini "Carletto" (Pregola), Annalisa Scarsellini, Laura Scotti (Mezzano Scotti), Carlo Scramaglia (Propata), Luisa Scramaglia (Propata), Lucia Scurati (Cegni), Andrea Semplici, Ettore Sforza Visconti (Marsaglia), Riccardo Sgorbini (Casa Minchino), "Società dell'Accademia" (Voghera), Irene Sorrentino (Voghera), Liliana Speranza (Suzzi), † Attilio Spinetta "Cavalli" (Bogli), Marco Spinetta (Bogli), Gian Carlo Stellini, Iride Tagliani "la Capa" (Colleri), † Silvio Tagliani "Silva" (Brallo), Andrea Tambornini "Andreino" (Salogni), † Andrea Tamburelli "Jucci" (Bruggi), Angelo Tamburelli (Casasco), Luisa Tamburelli "Gina" (Bruggi), Marco Tamburelli (Voghera), Giampaolo Tambussi (Sala), † Giovanni Tambussi "Giuanin di Váschi" (Pej), Cesare Tartarini, † Natalina Terragno (Casone di Vegni), Renata Tomasella, Carlo Tonelli (Albareto), Daniela Toniolo, Giorgio Tornari (Corbesassi), Giuseppe Toscanini "Pino" (Suzzi), Daniele Traversa (Propata), Giacomo Aldo Turco "Giames", Stefano Valla (Cegni), Elvio Varni (Fascia), Marco Veirana (Ferrazza), Lino Verardo (San Ponzo Semola), Giorgio Viarengo "Getto", Ferdinando Vogliotti, Giovanni Volpara (Vigoponzo), Giuseppina Zambianchi "Pinuccia d Lüvizeina" (Massinigo), Debora Zanardi (Caffarena), Dino Zanardi (Alpe di Gorreto), Giulio Zanardi (Varzi), Roberto Zanardi (Caldirola), Fabio Zanforlin (Mulino San Pietro), Manuela Zaniboni, † Giuseppe Zanocco "Pino" (Cegni), Maria Rita Zibellini (Valformosa), Fabrizio _ (Barchi).

Ah: è un'iniziativa realizzata, e possibilmente anche continuata, senza il contributo dell'Unione X né della Fondazione Y e fuori dall'ambito del Progetto du Belin...

 


Dove comincia l'Appennino. Chi fa questo sito / redazione ; © autori – <http://www.appennino4p.it/chi.htm> : 2003.11 - 2016.07 -